Passione Peperoncini

Il peperoncino è una pianta annuale appartenente alla famiglia delle Solanacee, la stessa di patate, melanzane, pomodori e tabacco

l peperoncino presenta fusto eretto, fiori bianchi e frutti dalla forma oblunga che nella fase della maturazione passano dal verde al giallo fino al rosso acceso.

Tipologie di peperoncino

- Peperoncino comune

- Peperoncino di cayenna:

- Baci di satana

- Jalapeno

- Poblano

Come coltivare il peperoncino

La coltivazione del peperoncino richiede una costante cura

I fattori che incidono maggiormente nell’evoluzione di una coltivazione di peperoncini sono

- la temperatura,

- la luce,

- il tipo di terreno e la sua 

- la concimazione 

- l' irrigazione.

In particolare, la presenza di luce e di calore sono elementi fondamentali per ottenere dei peperoncini piccanti e gradevoli all’aspetto.

La temperatura ideale è tra fra i 20°C e i 30°C max

nella fase di germinazione a luce non è necessaria e, anzi, sarà indispensabile predisporre un ambiente buio per facilitare il processo di maturazione del seme. La germinazione dei semi, infatti, richiede solo calore e umidità.

Nel periodo di crescita la pianta necessita di  18 ore di luce al giorno e 12 ore nel periodo di fioritura.

Il terreno contiene oltre il 50% di sabbia e un ridotto contenuto di argilla; in linea generale l’importante è che il terreno non sia troppo compatto. E' importante sapere che la pianta di peperoncino teme i ristagni di acqua.

Quando coltivare il peperoncino

Il momento consigliato per iniziare la semina del peperoncino è quello successivo al grande freddo invernale.

Il periodo adatto per effettuare questa attività è quello compreso tra marzo e maggio

L’importante è che le temperature minime non scendano mai al di sotto dei 15 gradi

Un metodo consigliato per far germinare i semi di peperoncino è il metodo Scottex 

Con il metodo Scottex, occorre disporli tra due fogli di carta da cucina inumidita e sistemarli in una vaschetta di plastica chiusa con il coperchio  (forato in modo da garantire la giusta areazione)

Durante la fase di germinazione è importante mantenere la temperatura attorno ai 20 gradi, un consiglio può essere quello di tenerli vicino ad un termosifone.

Una volta germinati trasferire i semi in un vaso, il cui terriccio dovrà essere mantenuto umido

Durante la crescita della piantina è importante trasferirla in vasi più grandi a seconda della grandezza della pianta

A questo punto non resta che:

  1. sistemare i vasi in zone ben illuminate, in modo da garantire una crescita corretta e in salute della pianta;
  2. fertilizzare con concimi liquidi (è consigliabile passare del concime una volta ogni 15 giorni, seguendo le dosi indicate sulla confezione);
  3. annaffiare con regolarità e accertarsi che il terreno sia sempre umido, evitando di irrigare nelle ore di luce diretta (raccomandiamo sempre la mattina presto o la sera dopo il tramonto).

Utilizzo in cucina

In cucina Può essere impiegato fresco o essiccato. Intero, sminuzzato, a tocchetti, tostato, fritto, macinato o tritato.

E' una spezia fondamentale per insaporire e conservare gli alimenti e pietanze. E' usato per profumare, migliorare gusto e colore o come elemento decorativo per la presentazione di piatti. Può essere una buona alternativa al sale.

Il peperoncino è conservabile in frigorifero, sottolio o essiccato in collane, come da tradizione calabrese.

Può essere congelato e conservato in polvere in contenitori ermetici

La piccantezza del peperoncino, data dalla capsaicina può essere attenuata con sostanze grasse alcol

Scopri tutti i nostri accessori per coltivare i tuoi peperoncini nel tuo orto!

Condividi